Clima

Il clima della Svezia varia enormemente da nord a sud: le regioni meridionali e le regioni costiere hanno un clima continentale freddo, l’entroterra ha un clima subpolare e boreale mentre si parla di clima polare a estremo nord. Riscaldata in modo molto marginale dalla Corrente del Golfo, la Svezia è bagnata dal Baltico, un mare freddo con scarsa azione mitigatrice che ghiaccia in inverno.

L’inverno è la stagione che presenta più divergenze climatiche da zona a zona. Nelle estreme zone meridionali, come a Göteborg e a Malmö, la temperatura media invernale è poco inferiore agli 0° e le punte minime sono decisamente basse ma non si scende comunque al di sotto dei -12°.

Le precipitazioni non sono molto abbondanti in queste due città, ma sono quasi esclusivamente in forma nevosa, anche se raramente può cadere la pioggia.

Anche a Stoccolma si hanno condizioni simili: la media è di -3°, le massime in genere si mantengono intorno a -1° e le minime sui -12°; va detto che nelle notti più fredde le temperature possono scendere di molti gradi rispetto alla norma: nel gennaio 2005 si sono raggiunti -17° nella capitale. Le precipitazioni non sono troppo abbondanti, ma anche qui cade molta neve e sono frequenti le giornate coperte e ventose.

Norrköping si trova poco più a sud di Stoccolma, nell’interno su delle colline alte circa 600 m: il clima è quindi più freddo, ma non troppo, rispetto alla costa: l’inverno è più lungo, ma le temperature minime si mantengono intorno ai -12/-15°, e la temperatura massima media è la stessa di Stoccolma: -1°. Le precipitazioni sono leggermente più scarse, esclusivamente in forma nevosa.

Andando a nord, il clima si fa molto più freddo: Sundsvall, che è situata sulla costa più o meno nel centro della Svezia, ha un clima gelido e un inverno lunghissimo. La media minima si mantiene intorno a -13/-17° e la massima non sale oltre i -5°. Le precipitazioni, abbastanza scarse, sono esclusivamente in forma nevosa.

All’estremo nord, Haparanda è situata al confine con la Finlandia: l’inverno è lunghissimo, ma le temperature in gennaio non sono troppo differenti da quelle di Sundsvall: -17° di minima e -10° di massima: ecco perché molti scandinavi emigrano verso il sud, comunque freddo ma con condizioni climatiche più favorevoli allo sviluppo umano. Nell’interno nord, Kiruna è situata a circa 500 metri s.l.m.

In gennaio le minime sono intorno ai -30°, e non si sale mai, nell’arco del giorno, sopra i -15°. Il sole tramonta a dicembre e sorge solo a marzo. Inoltre, l’inverno è lunghissimo: anche maggio presenta una minima di -1°, e anche a settembre si inizia a scendere sotto lo zero.

Un po’ più mite, ma comunque di non più di 5°/10° superiori, sono le temperature registrate a Växjö, situata nell’interno centrale. Le precipitazioni sono scarse, e concentrate in estate; esclusivamente nevose da novembre a marzo, ma nevicate si possono avere anche in settembre, aprile e maggio.

In estate la situazione è più uniforme: le massime vanno dai 21° di Göteborg e di Malmö ai 22° di Stoccolma, dai 19° di Sundsvall ai 15° di Kiruna e 18° di Växjö; al sud, in luglio, si possono raggiungere punte massime anche vicine ai 35° e in rari casi avvengono bagni nel Mar Baltico; le notti rimangono molto fresche. L’autunno e la primavera sono brevi e quasi assenti mentre al nord sono solo un prolungamento dell’inverno.

Fonte: Wikipedia

 

Città Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Anno
Malmö 0.1 0.0 2.2 6.4 11.6 15.8 17.1 16.8 13.6 9.8 5.3 1.9 8.4
Göteborg −0.9 −0.9 2.0 6.0 11.6 15.5 16.6 16.2 12.8 9.1 4.4 1.0 7.8
Stockholm −4.3 −4.6 −1.0 3.9 9.9 14.8 16.5 15.2 10.7 6.4 1.2 −2.6 5.5
Gävle −4.8 −4.5 −1.0 3.4 9.3 14.6 16.3 14.9 10.6 6.0 0.6 −3.3 5.2
Jokkmokk −17.5 −14.9 −8.6 −1.1 5.9 12.2 14.3 11.8 5.7 −0.2 −9.3 −14.6 -1.4
Kiruna −13.9 −12.5 −8.7 −3.2 3.4 9.6 12.0 9.8 4.6 −1.4 −8.1 −11.9 -1.7

Dati a cura dell’Istituto meteorologico svedese, temperature medie mensili di alcune stazioni meteorologiche – periodo 1961-1990. La prossima relazione sarà presentata nel 2020.