Informazioni generali sulla Svezia

La Svezia è un paese scandinavo che confina a ovest e a nord con la Norvegia, a est con la Finlandia e che è collegato a sud-ovest con la Danimarca dal ponte di Öresund.

Qualche numero

Con i suoi 450.295 chilometri quadrati di superficie, la Svezia è il terzo paese più grande dell’Unione Europea e conta 10 milioni di abitanti, principalmente concentrati nel sud del paese.  2,3 milioni di abitanti della Svezia sono di origine straniera. Il paese ha una bassa densità demografica (22 abitanti per chilometro quadrato), che per circa l’85% vive in zone urbane.

Il sud della Svezia è principalmente agricolo, mentre il nord è coperto di foreste. La Svezia fa parte della zona geografica chiamata Fennoscandia. Nonostante la latitudine nordica, il clima è generalmente molto mite grazie all’influenza del mare, mentre l’estate può essere piuttosto calda, tipica di un clima continentale.

 Sweden has a total population of 10.0 million of which 2.3 million has a foreign background. It has a low population density of 22 inhabitants per square kilometre; the highest concentration is in the southern half of the country. Approximately 85% of the population lives in urban areas.

La Svezia è una monarchia costituzionale e una democrazia parlamentare, con il re a capo dello stato. La capitale è Stoccolma, la città più popolosa del paese. Il potere legislativo è detenuto dai 349 membri del parlamento, mentre il potere esecutivo è nelle mani del governo presieduto dal primo ministro. E’ suddivisa in 21 contee e 290 comuni.

Popolazioni germaniche hanno abitato la Svezia fin dalla preistoria. Nei libri di storia si parla di Geats/Götar e Svedesi/Svear che costituivano la gente del mare nota come Norsemen.

La capitale è Stoccolma

La Svezia divenne uno stato indipendente tra il 12° e 13° secolo. Dopo la “morte nera” che nella metà del 14° secolo colpì duramente la Scandinavia come la maggior parte del resto dell’Europa e che uccise circa un terzo della popolazione, la Lega Anseatica divenne una minaccia per tutta la cultura scandinava. Ciò portò, alla fine del 14 secolo, alla nascita dell’Unione di Kalmar che, però, portò con sé altri problemi i quali, nel 1520, portarono all’uscita della Svezia.

Con il coinvolgimento della Svezia nella guerra dei 30 anni, iniziò l’espansione dei suoi territori che portò alla nascita del cosiddetto Impero Svedese, sebbene formalmente la Svezia non divenne mai un vero e proprio impero in senso legale o terminologico, ma rimase sempre un regno.

I territori svedesi fuori della penisola scandinava vennero progressivamente persi durante il 18° e 19 secolo e terminarono con l’annessione della Finlandia alla Russia nel 1809.

Nel 1814 per l’ultima volta la Svezia fu direttamente coinvolta in una guerra, quando la Norvegia venne militarmente obbligata ad un’unione personale. Tale Unione cessò pacificamente nel 1905, quando vennero anche definiti gli attuali confini.

Da allora la Svezia ha sempre vissuto in pace, mantenendo la sua politica di neutralità anche durante le due guerre mondiali, durante le quali, comunque, il paese si impegnò moltissimo sul piano umanitario accogliendo rifugiati dall’Europa occupata dalla Germania.

il 1° maggio 1995, dopo la fine della Guerra Fredda, la Svezia entrò nell’Unione Europea, ma rifiutò di far parte della NATO e dell’Eurozona, decisioni prese a seguito di referendum. Il paese è membro delle Nazioni Unite, del Consiglio Nordico, del Consiglio d’Europa, dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE)

La Svezia vanta un sistema di welfare che garantisce a tutti i cittadini cure sanitarie ed educazione terziaria, ha il reddito pro capite più alto del mondo e si classifica in posizioni molto elevate per quanto riguarda la qualità della vita, la salute, l’istruzione, la tutela delle libertà civili, la competitività economica, l’uguaglianza, la prosperità e lo sviluppo umano.